Rio Tinto: produzione rame flette del 37% nel I trimestre, pesa sciopero Escondida. Ridotte stime 2017

FACEBOOK TWITTER LINKEDIN

Rio Tinto, secondo maggiore gruppo minerario al mondo, ha annunciato i risultati relativi alla produzione del primo trimestre 2017. Secondo quanto comunicato dalla società, nei primi tre mesi dell’anno la produzione di rame è scesa del 37% a 84.200 tonnellate e ha deluso le attese del mercato pari a 123 mila. A pesare lo sciopero presso la miniera di Escondida (la maggiore miniera di rame al mondo che si trova nel nord del Cile). “Questo sciopero, unito alla riduzione della produzione a Grasberg, ha portato a una revisione dei target produttivi per il 2017”, si legge in una nota. Rio Tinto ha infatti deciso di tagliare le previsioni per l’intero anno, con la produzione di rame attesa tra 500-550 mila tonnellate rispetto alla precedente guidance tra 525-655 mila tonnellate.