Rio Tinto: formalizzato arresto 4 dipendenti a Shanghai, accuse meno gravi del previsto

Inviato da Redazione il Mer, 12/08/2009 - 14:21
Nuovi sviluppi nell'affaire dell'arresto in Cina di quattro dipendenti di Rio Tinto. E' stato convalidato l'arresto da parte della procura di Shanghai che ha formalizzato le accuse. Tra queste non figura quella di violazione di segreti di Stato. I capi d'accusa sono la violazione di segreti commerciali e corruzione con il rischio di una pena fino a 3 anni di carcere che salirebbe a 7 nel caso in cui le circostanze fossero ritenute particolarmente gravi. Sviluppi che sembrano stemperare le tensioni tra Cina e Australia con il ministro degli Esteri australiano Stephen Smith che ha rimarcato come le pene per questi presunti crimini commerciali risultano meno severe. Da Rio Tinto, il ceo della divisione minerali ferrosi, Sam Walsh, ha ribadito come la Cina non abbia addotto alcuna prova relativa ai reati contestati ai quattro dipendenti che sono in carcere dallo scorso 5 luglio.
COMMENTA LA NOTIZIA