Rimbalzo per Piazza Affari: volano Unicredit e Intesa Sanpaolo, male Finmeccanica -2

Inviato da Flavia Scarano il Mer, 02/11/2011 - 17:48
Buone le performance del comparto del risparmio gestito: Azimut ha terminato in progresso dell'1,35% a 5,24 euro e dell'1,59% a 2,684 euro Mediolanum.
Positiva la Galassia Agnelli: su dell'1,63% a 14,96 euro Exor, del 3,71% a 6,15 euro Fiat Industrial e del 3,18% a 4,148 euro Fiat Spa. Il Lingotto a ottobre ha registrato un calo del 16,4% delle immatricolazioni auto in Francia a 5.857 unità. Secondo i dati pubblicati dalla Ccfa, le vetture vendute del solo marchio Fiat hanno registrato una flessione del 21,5% a 4.273 unità. Giù del 14,7% a 1.122 Alfa Romeo, mentre Lancia ha segnato un rialzo dell'88,7% a 436 auto e del 44,4% gli altri marchi del gruppo a 26 vetture.
Acquisti anche su Telecom Italia (+1,17% a quota 0,864). La società è salita al 22,6% di Telecom Argentina dal precedente 21,1. L'aumento dell'ulteriore 1,5% è costato alla società 50,9 milioni di euro.
Eni ha tagliato il traguardo in rialzo dell'1,83% a 15,55 euro. Mikhail Margelov, delegato presidenziale russo in Africa e nel Medio Oriente, ha annunciato che la joint venture tra il Cane a sei zampe e Gazprom in Libia è stata riavviata già da due settimane.
Male Finmeccanica, che ha lasciato sul parterre il 2,87% a 4,468 euro, in scia alle dichiarazioni dell'amministratore delegato Giuseppe Orsi. L'Ad ha comunicato che per Ansaldo Breda non è in vista una cessione ma una partnership con un'azienda leader nel settore ferroviario.
COMMENTA LA NOTIZIA