Rimbalzo dei bancari a Piazza Affari

Inviato da Daniela La Cava il Ven, 17/08/2007 - 12:11
Quotazione: UNICREDIT GROUP
Quotazione: CAPITALIA
Quotazione: FCA CHRYSLER
Ancora una giornata all'insegna dell'incertezza per le principali Piazze finanziarie internazionali. Dopo una partenza in territorio negativo in scia al tonfo dei mercati asiatici, Piazza Affari rialza la testa. In questo momento l'S&P/Mib sta guadagnando lo 0,42 % portandosi di nuovo sopra la soglia dei 38 mila punti (-0,76% a 37631 punti in apertura). E sul fronte societario spicca il miglioramento dei bancari che stanno risalendo la china dopo essere stati tra i titoli più colpiti dalla crisi dei mutui subprime negli Stati Uniti. In crescita Unicredit che guadagna l'1,36% a 5,96 euro, meglio sta andando a Capitalia che mette a segno un +1,88% a 6,62 euro. Oggi è anche l'ultimo giorno valido per gli azionisti dell'istituto capitolino per rendere noto l'eventuale esercizio del recesso in vista della fusione con la banca guidata da Alessandro Profumo. Chi non riesce ritrovare il sorriso è Fiat. Il titolo del Lingotto che perde lo 0,68% a 18,64 euro per azione. Nonostante il rimbalzo odierno in Italia e su qualche altra Piazza finanziaria del Vecchio continente a livello internazionale sono ancora molti i dubbi che permangono e sono in molti a dire la loro. Non mancano anche i pareri eccellenti. Il tonfo di Wall Street può innescare per gli investitori occasioni di acquisto di azioni a prezzo scontato. È l'idea di Warren Buffett, guru degli investimenti e terzo uomo più ricco del mondo, intervistato ieri sera da un canale televisivo statunitense. Secondo Buffett "parlando in generale, quando c'è caos sui mercati, possono scaturire a volte anche opportunità reali". Buffett è ottimista anche sull'andamento dell'economia a stelle e strisce: "I consumi - ha detto - tengono, non sono forti come sei mesi fa ma reggono in diversi settori".
COMMENTA LA NOTIZIA