1. Home ›› 
  2. Notizie ›› 
  3. Notizie Italia ›› 

Rimbalzano i mercati, il pil Usa darà una direzione più precisa

FACEBOOK TWITTER LINKEDIN

Le Borse europee rialzano la testa dopo il tonfo di ieri grazie alla timida chiusura positiva di Tokyo (+0,2%) e al parziale recupero nel finale di Wall Street, dove il Dow Jones ha limitato le perdite allo 0,5%. Così a Piazza Affari l’Ftse Mib avanza dell’1,14%, Parigi guadagna lo 0,9%, Francoforte lo 0,7% e Londra lo 0,9%.


I mercati prenderanno una direzione più precisa nel primo pomeriggio quando dagli Stati Uniti verranno divulgati la prima revisione del pil del quarto trimestre e la fiducia del Michigan. I trader mostrano però una certa cautela sulla forza del recupero. “E’ un semplice rimbalzo e non mi sembra così consistente”, è il commento di un operatore.
 
A Milano Parmalat (+3,57% a 1,85 euro con 10,8 milioni di pezzi scambiati) è la migliore dell’Ftse Mib grazie ai conti 2009 superiori alle attese (con margini e ricavi in crescita), seguita dal Banco Popolare (+2,97% a 4,67 euro) che brilla con la cessione di Factorit per 170 milioni e il collocamento del covered bond da 1 miliardo. Bene anche Unicredit (+2,19% a 1,87 euro) e Mediolanum (+2,30% a 4,107 euro), oltre a Generali (+1,40% a 16,62 euro) premiata per i buoni dati sulla raccolta 2009.

Tenaris recupera l’1,46% dopo il pesante tonfo di ieri. In coda al listino Pirelli (-1,34% a 0,36 euro), Fiat (-0,58% a 7,68 euro) e Telecom Italia (-1,23% a 1,04 euro) che continua a pagare, insieme con Fastweb (-4,27% a 13,22 euro), la maxi inchiesta per frode fiscale e riciclaggio. Male anche Saras ( -4,50% a 1,72 euro) che ha diffuso dati 2009 in rosso di 54 milioni e all’asciutto di dividendi.


In Europa, a livello settoriale, brillano le costruzioni (+1,49%), le assicurazioni (+1,12%) e le auto (+1,1%). Sul listino di Londra ripiegano invece le banche con Rbs sotto dell’1,33% e Lloyds del 2,18% dopo il bilancio in rosso diffuso questa mattina.