Riflettori del mercato puntati su Bpi, domani cda su alleanze

FACEBOOK TWITTER LINKEDIN

Riflettori puntati su Bpi. Cresce l’attesa per il cda di domani convocato in coda all’assemblea per il riassetto di Bpi investimenti e Reti bancarie. Secondo quanto risulta a Il Messaggero, il consiglio dovrebbe affidare un mandato esplorativo al presidente Piero Giarda, all’a.d. Divo Gronchi e a un rappresentante degli ambienti cittadini che potrebbe essere il vicepresidente Enrico Perotti per valutare le offerte dei possibili pretendenti. La Popolare Italiana non vuole perdere tempo e starebbe pensando di stringere i tempi sulle nozze. Da celebrare possibilmente entro fine anno, comunque con una delle tre popolari che si sono fatte avanti: la Milano, la Verona-Novara e quella dell’Emilia-Romagna. Il mandato è finalizzato quindi ad approfondire i contatti avviati con le tre popolari. Nel cda di due giorni fa Giarda ha informato per la prima volta il board degli abboccamenti intercorsi anche con Intesa, Unicredit, Unipol e con istituti esteri. L’orientamento sarebbe di creare un polo con un’altra popolare: la preferenze vanno verso Milano anche se Lodi porrà le condizioni che vengano rispettati i diversi rapporti di forza di Borsa e che i sindacati – molto attivi a Milano – non abbiano lo stesso ruolo nel nuovo polo.