Ricerche e Studi: fusioni interne alle macroaree geografiche

Inviato da Redazione il Gio, 14/04/2005 - 17:22
Le fusioni avvengono ancora "intra moenia" ossia all'interno di ciascuna della macroaree geografiche prese in considerazione dall'indagine di Ricerche e Studi (Mediobanca). A parte l'unica eccezione della Bankers Trust statunitense acquisita nel 1999 da Deutsche Bank, nel quinquennio 1998-2003 le fusioni sono sempre avvenute tra banche statunitensi o tra banche giapponesi oppure, per l'Europa, addirittura all'interno delle singole nazioni. Solo con gli ultimi sviluppi, non ricompresi naturalmente nell'indagine che ferma le sue rilevazioni al 2004, tale stato di cose sembra poter cambiare. Le mega fusioni sono inoltre state effettuate, per la gran parte, attraverso scambi azionari con un controvalore complessivo per tali operazioni straordinarie che in Europa, tra il 1996 e il 2003, è stato pari a 163 miliardi di euro di cui il 77% ha avuto come contropartita emissioni azionarie. Negli Usa il controvalore di tali operazioni dal 1998 al 2004 è stato pari a 429 miliardi di dollari ma solo lo 0,6% è avvenuto per contanti, una percentuale che si annulla per quanto riguarda le operazioni straordinarie effettuate in Giappone.
COMMENTA LA NOTIZIA