1. Home ›› 
  2. Notizie ›› 
  3. Notizie Mondo ›› 

Ribaltone in Gucci: Pinault scarica il ceo e Frida Giannini, timone affidato a Bizzarri

FACEBOOK TWITTER LINKEDIN
Ribaltone ai vertici di Gucci con l’addio del ceo Patrizio di Marco e del direttore creativo Frida Giannini. La società fiorentina del lusso che fa capo al gruppo Kering sarà affidata a Marco Bizzarri, che dallo scorso aprile è ceo della divisione Luxury – Couture & Leather Goods del gruppo Kering. 
Non si è fatta attendere la reazione del mercato alla doppia dipartita da Gucci con il titolo Kering che a Parigi è arrivato a cedere l’1,61% a 156,3 euro. 
La mossa di François Pinault, presidente e ceo di Kering, potrebbe essere collegata ai deboli riscontri del terzo trimestre dell’anno aveva visto le vendite del gruppo rallentare più del previsto attestandosi a 2,52 mld di euro, con una debole performance proprio del marchio Gucci, con vendite in rialzo di solo lo 0,6% dal +4% dei primi due trimestri dell’anno e ritmo di crescita più basso dal terzo trimestre 2009.

Percorsi paralleli per Di Marco e Bizzarri: da Bottega Veneta a Gucci 
Dal 1 gennaio 2015 l’attuale ceo di Gucci, Patrizio di Marco, lascerà il ruolo di ceo di Gucci e uscirà dal gruppo Kering dopo oltre 13 anni di presenza in azienda. Il suo posto verrà preso da Marco Bizzarri, che dallo scorso aprile è ceo della divisione Luxury – Couture & Leather Goods del gruppo Kering. 
Bizzarri, entrato Kering nel 2005 come ceo di Stella McCartney, ha in comune con Di Marco il percorso all’interno del gruppo con entrambi che prima di Gucci si sono “allenati” alla guida di Bottega Veneta dove nel 2009 Bizzarri aveva rilevato il posto di ceo proprio da Di Marco. 
Frida Giannini lascia dopo 12 anni
Patrizio Di Marco era entrato in Gucci nel 2009 riducendo l’uso del famoso logo a doppia G logo del marchio e reintroducendo stili classici in materiali di lusso. Frida Giannini invece è in Gucci da oltre 12 anni e dal 2006 riveste il ruolo di direttore creativo. Frida Giannini lascerà nel febbraio 2015 dopo aver presentato la collezione autunno/inverno 2015/2016. Ancora non è stato annunciato il nome del prossimo direttore creativo.