1. Home ›› 
  2. Notizie ›› 
  3. Notizie Italia ›› 

Revolution Ftse Mib: in campo Juve e Amplifon, fuori Mediaset e Banca Mediolanum

QUOTAZIONI Mediaset S.P.AAmplifonJuventus FcBanca Mediolanum
FACEBOOK TWITTER LINKEDIN

E’ ancora rivoluzione Ftse Mib. Nel paniere dei titoli principali di Piazza Affari scendono in campo gli Agnelli, mentre Berlusconi si accomoda in panchina. Borsa Italiana ha ufficializzato ieri i risultati della revisione di dicembre dell’indice Ftse Mib che vede fuori dal listino milanese Banca Mediolanum e Mediaset, dentro Amplifon e Juventus. Un annuncio che arriva a pochi giorni di distanza dall’addio ufficiale di Luxottica dal listino ufficiale, dopo il risultato dell’Ops sul big veneto dell’occhialeria (con EssilorLuxottica che ha superato la soglia del 90% e quindi procederà al delisting del titolo da Piazza Affari). E così dallo scorso 4 dicembre è tornata a far parte del Ftse Mib DiaSorin.

Il Ftse Italia Index Series Technical Committee ha approvato le modifiche per l’indice Ftse Mib che diverranno effettive dopo la chiusura delle negoziazioni di venerdì 21 dicembre 2018 (vale a dire, da giovedì 27 dicembre 2018“, si legge in una nota del Ftse Russell. Restano in panchina, nella lista di riserva (immediatamente efficace): Hera, Mediaset, Banca Mediolanum e Cerved Group.

Il Ftse Mib, che misura la performance delle 40 azioni italiane più liquide e capitalizzate, rappresenta la componente large cap dell’indice Ftse Italia All-Share e cattura circa l’80% della capitalizzazione del mercato nazionale.

Osservando la capitalizzazione di Borsa di chi entra e di chi esce dal Ftse Mib, Amplifon ha una market cap di 3,4 miliardi, Mediaset e Banca Mediolanum hanno rispettivamente di 3,2 miliardi e di quasi 4 miliardi. Juventus ha invece una capitalizzazione di mercato di 1,2 miliardi di euro. Ancora una volta il mercato non perde di vista l’equity story Juventus: il titolo del club bianconero, sotto i riflettori nel corso dell’estate per l’arrivo di Cristiano Ronaldo, ha corso molto a Piazza Affari negli ultimi anni. Merito anche dell’effetto Pir, dal 2017 ad oggi l’azione è passata da 0,30 euro (febbraio 2017) agli attuali 1,264 euro (i massimi sono stati toccati lo scorso 19 settembre a quota 1,672 euro).

Revisione trimestrale
Quanto alla revisione trimestrale, lunedì 17 dicembre Ftse Russell pubblicherà un avviso con il numero di azioni e pesi di investibilità per l’indice Ftse Mib effettivi dopo la chiusura delle negoziazioni di venerdì 21 dicembre 2018, quando Ftse Russell pubblicherà anche il nuovo divisor.