Il retail spinge l’utile di BNP Paribas, battute le attese e il titolo vola a Parigi

FACEBOOK TWITTER LINKEDIN

BNP Paribas supera le attese degli analisti. La maggiore banca francese ha riportato nel terzo trimestre un utile netto di 1,91 miliardi di euro, in crescita del 46% dagli 1,31 miliardi dello stesso periodo dello scorso anno. Il giro d’affari ha mostrato un progresso dell’1,9% a 10,86 miliardi. Battute le previsioni del mercato che indicavano profitti di 1,72 miliardi su ricavi per 10,45 miliardi di euro. Il Tier 1 della più grande banca francese è migliorato all’11,2% dal 10,1% dello scorso dicembre, mentre il Common equity Tier 1 è salito al 9% dall’8%. Il Ceo dell’istituto parigino, Baudouin Prot, ha dichiarato che i risultati “riflettono un rimbalzo nella performance del retail banking, mantenendo comunque una solida posizione nel corporate & investing banking”.


L’utile prima delle attese ha mostrato un progresso del 28,9% a 3,15 miliardi di euro. Un miglioramento dovuto soprattutto alla crescita del retail banking, che ha visto raddoppiare i profitti prima delle imposte a 1,24 miliardi. La divisione retail ha controbilanciato la flessione (-7,3% a 1,25 miliardi) del corporate % investment banking. Considerando i primi nove mesi dell’anno, l’utile netto è salito del 40,9% a 6,29 miliardi di euro, i ricavi dell’11,4% a 33,5 miliardi, mentre il margine operativo netto è migliorato del 7,7%. La banca ha ribadito di non aver bisogno di aumentare il capitale per rispettare le nuove regole di Basilea 3. Il mercato ha subito apprezzato i conti dell’istituto transalpino: alla Borsa di Parigi, infatti, il titolo BNP guadagna oltre 4 punti percentuali a 54,59 euro.

 

Negli ultimi tre anni, gli asset di BNP Paribas sono cresciuti del 34% raggiungendo i 2,24 trilioni di euro. Una cifra enorme, uguale agli asset di Bank of America, la più grande banca americana, e Morgan Stanley messi assieme. L’istituto parigino ha speso circa 43 miliardi di euro in acquisizioni negli ultimi dieci anni, compresi nel 2009 gli asset di Fortis in Belgio e Lussemburgo, che hanno trasformato BNP nella più grande banca per numero di depositi nella zona euro.