Resta in alto mare il salvataggio di Delta

FACEBOOK TWITTER LINKEDIN

Niente da fare per il salvataggio di Delta. Il salvataggio del gruppo di credito al consumo commissariato da Bankitalia e sotto indagine da parte della magistratura per irregolarità che potrebbe essere traghettato a riva dall’intervento di Intesa SanPaolo resta in alto mare. Ieri a Bologna i commissari, secondo quanto risulta a Il Messaggero, avrebbero riunito le banche creditrici per 3,4 miliardi che dovrebbero costituire una cintura di sicurezza per consentire a Intesa di rilevare qualche ramo d’azienda del gruppo: Sedicibanca e Bentos assicurazione accollandosi circa 350 dei 900 dipendenti. Ma le banche sarebbero rimaste deluse perché i commissari contrariamente alle promesse non avrebbero presentato un piano di ristrutturazione dettagliato.