Research in Motion taglia 2.000 posti di lavoro

FACEBOOK TWITTER LINKEDIN

Research in Motion, la società canadese diventata famosa per aver sviluppato i dispositivi della famiglia Blackberry, ha reso nota l’intenzione di ridurre il proprio organico di 2.000 unità. Lo si apprende da una nota societaria. I dipendenti scenderebbero così a un totale di 17.000. La società ha chiarito che gli impatti finanziari dei licenziamenti verranno comunicati con i prossimi risultati trimestrali, il 15 settembre prossimo.