Repsol ora rischia declassamento da parte delle agenzie di rating, titolo ancora depresso

Inviato da Valeria Panigada il Gio, 19/04/2012 - 10:25
Quotazione: REPSOL YPF
Altro schiaffo in arrivo per Repsol. Dopo l'espropriazione della controllata YPF da parte dell'Argentina ora il gruppo energetico spagnolo rischia una bocciatura da parte delle agenzie di rating. Ieri Moody's ha posto sotto osservazione il rating di Repsol, precedentemente Fitch aveva annunciato un provvedimento simile. Al momento il rating di Repsol è pari alla tripla B centrale per tutte e tre le agenzie. "Il trigger del downgrade - spiegano oggi gli analisti di Equita - potrebbe essere motivato dalla mancanza di un indennizzo da parte dell'Argentina nei confronti di Repsol". Secondo la sim milanese, la mossa più coerente per il management di Repsol a questo punto sarebbe quella di ridurre il dividendo a un livello coerente con il free cash flow (stimato nel 2012-13 pari rispettivamente a 600 milioni e 1 miliardo, insufficiente per coprire interamente il dividendo da 1,4 miliardi). "Il dividend yield - concludono a Equita - diventerebbe così il 5,3%). La possibile bocciatura da parte delle agenzie di rating e l'incertezza sull'evoluzione del caso argentino mettono ancora sotto pressione il titolo. Questa mattina Repsol cede 3 punti percentuali sulla Borsa di Madrid, scambiando a 14,94 euro.
COMMENTA LA NOTIZIA
wildeflower scrive...