Renzi si schiera con la Francia: non va bene trattare altri Paesi come studenti

Inviato da Titta Ferraro il Gio, 02/10/2014 - 14:34
L'Italia rispetterà il vincolo del 3% di deficit, ma non manca di dare il suo appoggio alla Francia che invece ha annunciato il rinvio al 2017 dell'obiettivo di rientro sotto tale soglia. Il primo ministro italiano, Matteo Renzi, appoggia la decisione della Francia di ritardare i propri obiettivi e lancia una frecciata contro la Germania per i toni usati per caldeggiare il rispetto dei vincoli di bilancio da parte degli altri Paesi dell'area euro. "Nessuno ha il diritto di trattare un altro paese come si trattano gli studenti ", ha detto Renzi a margine dell'incontro a Londra con David Cameron.
La cancelliera tedesca Angela Merkel aveva reagito all'annuncio della Francia sul ritardo del rientro del deficit invitando i Paesi dell'eurozona a "fare i compiti a casa".
COMMENTA LA NOTIZIA