1. Home ›› 
  2. Notizie ›› 
  3. Notizie Italia ›› 

Renzi: nostro mestiere è guidare l’Europa, non prendere ordini

FACEBOOK TWITTER LINKEDIN

“L’Italia per anni aveva un debito morale con le istituzioni europee perché parlava di riforme che non riusciva a realizzare. Adesso le cose sono cambiate. Le riforme sono leggi e dopo tre anni di recessione è tornato il segno più nei fondamentali economici. Possiamo tornare a fare il nostro mestiere, dunque. E il nostro mestiere è guidare l’Europa, non andare in qualche palazzo di Bruxelles a prendere ordini”. Così il primo ministro italiano, Matteo Renzi, nella eNews pubblicata oggi. “L’incontro con Angela Merkel è stato utile – ha rimarcato Renzi – insieme abbiamo ribadito che il più grande pericolo per l’Europa sono populismo e demagogia e io personalmente continuo a credere che populismo e demagogia crescano con più forza dove c’è disoccupazione, dove manca la crescita, dove l’austerity cieca annulla le prospettive di sviluppo. Ma quello che manca all’Europa di oggi è la dimensione ideale, la forza del sogno, la capacità di dire no a chi immagina muri e frontiere”.