Renault-General Motors, da più parti consigliano prudenza

Inviato da Raffaele Serrecchia il Mer, 05/07/2006 - 08:57
La possibilità di un'alleanza tra il gruppo Nissan-Renault e General Motors, ha fatto storcere il naso a molti. Hanno espresso perplessità rappresentanti del governo francese, analisti ed anche il mercato, che ieri ha portato in territorio negativo i titoli delle case automobilistiche francese (-1,78% a 82,7 euro) e giapponese (-1,90% a 1.239 Jpy). Il ministro dell'Industria francese, Francois Loos, ha invitato Carlos Ghosn, amministratore delegato di Nissan-Renault, ad avanzare con cautela. Ormai sembra una consuetudine del governo d'oltralpe intervenire in questo tipo di questioni, e sebbene non riesca ad esercitare sempre un influenza decisiva, come ad esempio nell'affare Mittal-Arcelor, è difficile non prendere in considerazione il parere di un rappresentante dello Stato, che possiede ancora il 10% del capitale del gruppo. Scettici sull'alleanza anche analisti ed esperti. La scarsa convinzione dipende dalla difficile situazione finanziaria di General Motors, che richiede l'impegno di molte energie per essere riportata ad una situazione di stabilità. Energie che, sempre secondo gli esperti, lo stimatissimo Ghosn rischia di dirottare oltreoceano a discapito del già impegnativo "contratto 2009", con il quale si propone di aumentare i volumi di vendita e il margine operativo lordo di Renault fino al 6% nel 2009. Per ora non c'è niente di certo, il consiglio di amministrazione della General Motors si riunirà venerdì per discutere dell'idea, ma le prime reazioni non sembrano incoraggianti.
COMMENTA LA NOTIZIA