Rehn: con pagamenti debiti P.A Italia garantisca chiusura procedura deficit

Inviato da Riccardo Designori il Lun, 08/04/2013 - 13:45
Farò acceso della Commissione europea sull'Italia. Come dichiarato quest'oggi da Simon O'Connor, portavoce del commissario agli Affari economici e monetari Olli Rehn, la Commissione si impegnerà infatti a valutare attentamente il decreto varato dal Governo italiano nel quale lo Stato si impegna a pagare 40 miliardi di euro promessi alle imprese fornitrici della pubblica amministrazione nei prossimi 2 anni.

O'Connor ha inoltre rinnovato l'appello all'Italia affinché non pregiudichi la chiusura della procedura per deficit eccessivo, evento che si verificherebbe con un rapporto deficit/Pil annuo superiore al 3%. Il verdetto sulla procedure d'infrazione è atteso per maggio, quando la Commissione europea pubblicherà le proprie stime primaverili. Il Governo italiano ha stimato un rapporto del 2,9% dopo il pagamento dei debiti della P.A.

Il giudizio sulla decisione presa dall'esecutivo guidato da Mario Monti ha trovato tuttavia sostegno a Bruxelles. A pochi minuti dall'incontro fra Rehn e il ministro dell'Economia italiano, Vittorio Grilli, O'Connor ha evidenziato come il pagamento dei debiti della Pubblica Amministrazione "non è una bacchetta magica ma può alleviare la situazione" delle imprese.
COMMENTA LA NOTIZIA