Il re delle cliniche lombarde bussa alla porta di Rcs

Inviato da Redazione il Mer, 29/11/2006 - 08:50
In arrivo un nuovo socio di peso in Rcs Mediagroup. Ai quindici grandi soci aderenti al patto di sindacato e ai due soci fuori dal patto ma "graditi" (Benetton e Toti) si potrebbe infatti aggiungere il re della sanità privata lombarda, Giuseppe Rotelli, proprietario e amministratore del gruppo ospedaliero San Donato che nel 2005 ha fatturato 650 milioni di euro. L'imprenditore sarebbe interessato a rilevare una partecipazione del 2% circa che, secondo le ultime indiscrezioni, sarebbe una porzione di quella che fa capo a Banca Popolare Italiana ed ereditata dal contenzioso con la Magiste di Stefano Ricucci. Le fonti ufficiali non hanno confermato queste trattative tuttavia ieri Dino Piero Giarda, presidente di Bpi, ha ribadito che la partecipazione in Rcs non è strategica e quindi si pensa di ridurre gradualmente la partecipazione che ora ammonta al 5% e "novità potrebbero esserci già nei prossimi giorni". Il tema potrebbe essere esaminato già oggi nel corso del cda dell'ex Lodi, ufficialmente convocato per esaminare lo stato di avanzamento dell'integrazione con Bpvn.
COMMENTA LA NOTIZIA