1. Home ›› 
  2. Notizie ›› 
  3. Notizie Italia ›› 

Rdb: Bracchi, payout tra il 30 e il 50%

FACEBOOK TWITTER LINKEDIN

La politica dei dividendi rimarrà prioritaria in casa Rdb anche dopo la quotazione. La società piacentina che prende il nome dalle iniziali delle tre famiglie fondatrici nel lontano 1908 (Rizzi, Donelli e Breviglieri) intende continuare a remunerare i propri azionisti destinandogli una buona fetta degli utili. “Il payout si manterrà tra il 30 e il 50%”, ha affermato Giampio Bracchi, presidente del gruppo che punta a quotarsi sullo Star di Borsa Italiana il prossimo 19 giugno. Bracchi ha rimarcato nel corso della conferenza stampa di presentazione dell’Ipo che l’azionariato di Rdb risulta composto pre-Ipo da 90 soci di cui una ventina rilevanti ma con nessun socio sopra il 7%. “Una sorta di public company familiare con le generazioni successive dei soci fondatori che hanno sempre creduto nella società e che anche davanti all’Ipo hanno deciso di non vendere neanche un’azione. Tra gli azionisti sussiste un accordo di lock up di 180 giorni. C’è inoltre un patto di sindacato che vincolerà poco più del 50% del capitale post Ipo. L’Ops partita oggi metterà sul mercato attraverso un aumento di capitale il 36% circa del capitale, con il flottante che supererà il 38% in caso di esercizio dell’opzione greenshoe.