1. Home ›› 
  2. Notizie ›› 
  3. Notizie Italia ›› 

Rcs torna a scaldarsi sull’S&P, riparte il rastrellamento

QUOTAZIONI Rcs Mediagroup
FACEBOOK TWITTER LINKEDIN

Tutto come da copione. La seduta di Rcs sembra un film già visto. Il titolo della holding di via Rizzoli, dopo aver viaggiato per la maggior parte della seduta in territorio negativo, ritrova la verve e ora sta scambiando a quota 6,17 euro in crescita dell’1,45%. Nelle sale operative tiene banco la tesi del gioco dell’Opa o della scalata ostile. Gli operatori sostengono che Stefano Ricucci, il golden boy dell’immobiliarismo rampante, sia in azione con i suoi vecchi compagni di avventura, Danilo Coppola e Giuseppe Statuto su Rcs. Solo ieri l’ennesima prova. Il patron della Magiste si è infatti portato a cavallo di una quota del 10% del gruppo editoriale. La stampa accredita una quota dell’1,9% di Rcs nelle mani dell’amico Statuto. Secondo i trader interpellati da Finanza.com il patto dei sindacato che blinderebbe il 60% del capitale della holding di via Rizzoli non sarebbe così di ferro. La possibilità che qualcuno “dall’interno” del patto apra le porte a nuovi soci non sarebbe affatto da escludere. “L’anello debole del patto di sindacato è Fiat. Aspettiamo settembre per vedere cosa succederà nel momento in cui sarà la volta del prestito convertendo”, annuncia una sales. Nell’attesa di sviluppi più o meno imprevedibili, gli analisti di Banca Leonardo confermano la strategia di vendere il titolo (sell) indicando un target price a 3,8 euro. Secondo i calcoli degli esperti della banca milanese, “RCS è a premio del 40% sul P/E 2006 del settore”.