Rcs: Ricucci tentava "triangolazione" per alzare prezzo titoli

Inviato da Redazione il Mar, 18/04/2006 - 19:04
Quotazione: RCS MEDIAGROUP
La misura restrittiva che ha colpito Stefano Ricucci, tradotto in giornata nel carcere di Regina Coeli, discende dalla possibilità di reiterare il reato secondo l'ordinanza emessa dal gip Orlando Villoni su richiesta della procura di Roma. Il finanziere-immobiliarista, secondo quanto si apprende da agenzie di stampa, avrebbe tentato di valorizzare il pacchetto di Rcs in pegno a Bpi tramite un acquisto effettuato da due società fittizie facenti capo a lui. Il finanziamento per l'acquisizione sarebbe arrivato dalla Banca di New York e un istituto di credito olandese, e avrebbe permesso di incrementare, e alterare, il valore dei titoli Rcs in modo da alleggerire la sua posizione debitoria con Bpi e di sfilarsi cosi dalla "morsa" dell'istituto lodigiano, pronto a escutere il pegno se le negoziazioni con gli advisor della Magiste non fossero andate a buon fine.
COMMENTA LA NOTIZIA