Rcs positiva, la sfida Ricucci-patto di sindacato sostiene il titolo

Inviato da Redazione il Gio, 07/04/2005 - 14:20
Quotazione: RCS MEDIAGROUP
Rcs non molla la presa. Il titolo del gruppo che edita il Corriere della Sera sale dello 0,86%, scambiando a quota 4,6325 euro. Sono giorni che Rcs corre sul listino, complici i rastrellamenti in atto. Dietro questa mossa un nome è stato fatto: Stefano Ricucci. Il palazzinaro romano, salito agli onori della cronaca per la vicenda Bnl in cui partecipa in veste di figurante nel contropatto, ha arrotonndato la sua quota in Rcs per riuscire in occasione della prossima riunione ad accaparrarsi un posto nel patto di sindacato. Ricucci è arrivato ad essere il quarto socio del gruppo editoriale, davanti a FonSai e Diego Della Valle, ma se dovesse salire fino al 10% insidierebbe da vicino nientemeno che la Fiat. Il patto di sindacato, che riunisce oltre il 57% del capitale e può arrivare fino al 63% con il rafforzamento di Della Valle, Pirelli e Banca Intesa, però non si scompone: non ha alcuna intenzione di aprire le porte all'immobiliarista romano. Può bussare quanto vuole, dicono negli ambienti finanziari milanesi, può salire anche al 15%, ma nel patto di sindacato non metterà piede.
COMMENTA LA NOTIZIA