Rcs: perdita si assottiglia a 218,5 milioni nel 2013, ricavi per 1.314 mln

Inviato da Titta Ferraro il Lun, 10/03/2014 - 16:18
Quotazione: RCS MEDIAGR RSP
Quotazione: RCS
Il Gruppo RCS ha archiviato il 2013 riuscendo a raggiungere i target intermedi di profittabilità e generazione di cassa previsti dal piano 2013-2015. Il 2013 è stato chiuso in perdita per 218,5 milioni di euro e si confronta con un risultato negativo per 507,1 milioni al 31 dicembre 2012. I ricavi netti consolidati di Gruppo al 31 dicembre 2013 si sono attestati a 1.314,8 milioni di euro, il 13,1% in meno rispetto al 2012. Calo attribuibile agli andamenti dei mercati di riferimento, che influenzano significativamente i ricavi pubblicitari e i ricavi diffusionali. In particolare il mercato pubblicitario registra in Italia un calo del 12,3% rispetto al pari periodo 2012, con il mezzo quotidiani a pagamento in contrazione del 19,5% (Fonte: Nielsen), mentre in Spagna si evidenzia una flessione del 13,4% per i quotidiani di informazione, del 22,3% per i quotidiani sportivi, del 3,7% per i quotidiani economici (Fonte AEDE).
I ricavi netti consolidati del quarto trimestre sono pari a 349,4 milioni, rispetto ai 393,6 milioni del quarto trimestre 2012. L'ebitda 2013 pre oneri e proventi non ricorrenti risulta positivo per 27,6 milioni di euro, rispetto ai +50,9 milioni del 31 dicembre 2012. Nel quarto trimestre l'EBITDA pre oneri e proventi non ricorrenti risulta positivo per 48,9 milioni di euro, in crescita di 10,6 milioni rispetto al quarto trimestre 2012. Nei dodici mesi gli oneri non ricorrenti - riconducibili per circa 79 milioni ai piani di ristrutturazione del personale - sono complessivamente pari a 110,5 milioni di Euro (59,7 milioni nel pari periodo 2012), comprendendo anche oneri correlabili alla situazione patrimoniale di RCS Sport. L'EBITDA post oneri e proventi non ricorrenti passa quindi dai -8,8 milioni di Euro al 31 dicembre 2012 a -82,9 milioni.
COMMENTA LA NOTIZIA