Rcs offre 1,1 miliardi per la spagnola Recoletos

Inviato da Carlotta Scozzari il Mer, 07/02/2007 - 16:14
Quotazione: RCS MEDIAGROUP

Se fino al primo pomeriggio si trattava soltanto di indiscrezioni ora è ufficiale: Rcs MediaGroup presto parlerà spagnolo. Il consiglio di amministrazione della holding che controlla il Corriere della Sera ha infatti detto sì alla presentazione di un'offerta per l'acquisto dell'intero capitale sociale di Recoletos Grupo de Comunicaciòn, holding (non quotata) dell'omonimo gruppo editoriale spagnolo presente nella carta stampata, nella radiofonia, nella televisione e in internet. L'offerta ha già avuto il via libera di Recoletos. La valutazione complessiva del gruppo iberico è di 1,1 miliardi di euro, da cui andrà dedotto l'indebitamento finanziario netto al 31 dicembre 2006, stimato in 272,2 milioni circa. Gli attuali soci di Recoletos manterranno la partecipazione di maggioranza detenuta nella società editrice della testata free press Qué!, che sarà esclusa dal perimetro oggetto dell'acquisizione prima del suo perfezionamento. Rcs è assistita nell'operazione da Mediobanca e Banca Leonardo in qualità di advisor finanziari.

La società presieduta da Piergaetano Marchetti fa sapere tramite una nota che intende finanziare l'operazione attingendo a proprie risorse finanziarie e utilizzando linee di credito già a propria disposizione. Va comunque ricordato che l'efficacia dell'offerta e dell'operazione sono soggette ad alcune condizioni, tra le quali il soddisfacente esito della due diligence, la definizione delle intese contrattuali con tutti gli azionisti entro il termine di esclusiva (attualmente previsto al 31 marzo prossimo) e l'ottenimento delle necessarie autorizzazioni, tra cui quella dell'Antitrust. Una volta verificate le condizioni, l'operazione verrà completata al più presto e auspicabilmente entro due mesi. 
 
A seguito dell'operazione si creerebbe un gruppo editoriale leader in Spagna nella stampa nazionale quotidiana, sia per diffusione sia per readership: le attività spagnole di Unedisa (società editrice di El Mundo, secondo quotidiano spagnolo, e già detenuta dal gruppo Rcs) e di Recoletos - esclusa Qué! - presenterebbero infatti per il 2006 un fatturato e un margine operativo lordo aggregati pro-forma rispettivamente stimati in 646 e 141 milioni di euro. A livello dell'intero gruppo editoriale italiano, sempre in relazione al 2006, il fatturato complessivo e l'Ebitda pro-forma risulterebbero conseguentemente stimati rispettivamente in 2.688 (di cui circa il 40% estero) e in 347 milioni di euro.
 
"L'offerta per l'acquisizione di un gruppo del prestigio di Recoletos - dichiara Marchetti - configura un progetto di grande rilevanza. Per Rcs si tratta infatti di sviluppare e consolidare la propria missione di gruppo multimediale di respiro europeo, che vede così riconosciuta anche sui mercati internazionali la propria autorevolezza e solidità". "Rcs - aggiunge l'amministratore delegato del gruppo editoriale, Antonello Perricone - presente in Spagna da 16 anni attraverso Unedisa, con l'acquisizione di Recoletos affiancherebbe gruppi che rappresentano due storie di notevole successo. La complementarietà delle due aziende è infatti una sfida editoriale e industriale molto importante per il nostro gruppo, che sempre più punta all'internazionalizzazione e che ha nei mercati di lingua spagnola un punto di particolare forza".
COMMENTA LA NOTIZIA