Rc Auto: solo il 12% degli italiani si assicura contro i danni causati da eventi naturali

Inviato da Redazione il Mar, 19/06/2012 - 15:44
In tempi di crisi gli italiani tagliano il superfluo anche in ambito assicurativo. Ebbene sì, solo una ristretta minoranza assicura la propria auto contro i danni provocati dagli eventi naturali, una clausola non obbligatoria per legge. E' ciò che emerge dalla ricerca effettuata da Facile.it, il sito di comparazione Rc auto. Secondo i dati raccolti, solo il 12% degli italiani alle prese con l'assicurazione sceglie di aggiungere una protezione contro gli eventi naturali. L'analisi, condotta su un campione di circa 40.000 polizze emesse attraverso il sito negli ultimi tre mesi, ha scoperto che le donne sembrano essere più previdenti degli uomini. Tra di loro, infatti, la percentuale arriva al 14%, mentre solo un uomo su dieci sembra badare a questa eventualità. Se si guarda, poi, le professioni svolte da chi stipula, quella che richiede in misura maggiore questa copertura è la categoria degli agenti di commercio, con il 17% delle polizze: abituati a muoversi in auto e a girare per le strade con qualsiasi clima, sono per forza di cose più prudenti degli altri. Fa sorridere, invece, che in fondo alla classifica ci siano gli ecclesiastici: evidentemente, preti e suore confidano in un potere più alto a protezione della propria automobile, tanto che solo il 4% di loro richiede una copertura aggiuntiva contro i danni naturali. Per quanto riguarda, infine, le differenze regionali, è nelle regioni del Nord Italia che, comprensibilmente, c'è più paura di grandine e neve: Lombardia e Piemonte, con il 23%, guidano la classifica, seguite da Valle d'Aosta (18%) e Liguria (17%).
COMMENTA LA NOTIZIA