1. Home ›› 
  2. Notizie ›› 
  3. Assicurazioni ›› 

Rc Auto: Catricalà denuncia la scarsa concorrenza nel settore

FACEBOOK TWITTER LINKEDIN

Nuovo affondo dell’Antitrust sull’eccessivo rincaro dell’RC Auto. In Italia è premi salgono il doppio rispetto alla media europea nonostante non ci sia un corrispondente aumento dei sinistri. Antonio Catricalà, presidente dell’Autorità Garante della Concorrenza e del Mercato, durante l’audizione alla Commissione Prezzi del Senato, ha parlato di un “marcato deficit di concorrenza” nel settore dell’Rc Auto che ha portato all’aumento costante dei premi, senza che ci sia stato realmente un aumento del numero degli incidenti. Questo è quanto è emerso da un’indagine dell’Antitrust in tema di premi dell’Rc Auto. Nel 2010, secondo Eurostat, la media dei premi delle polizze in Italia sono cresciuti del 6,6% (con una crescita del 3,2% per i Paesi della UE), ma questa crescita non è stata supportata da un altrettanto aumento del numero degli incidenti: anzi, secondo i dati relativi al 2009, il numero dei sinistri è diminuito dell’1,6% rispetto all’anno precedente. “Nonostante la concorrenza non sia basata solamente sul livello dei premi – conclude Catricalà – l’obbligatorietà dell’acquisto del servizio e l’incidenza sul bilancio familiare dei premi impongono la ricerca di strumenti per frenare la corsa al rialzo”.