Rbs vede come certo un aumento dei tassi dell'Eurozona a giugno

Inviato da Redazione il Gio, 04/05/2006 - 17:13
L'indice Rbs/Ntc composito della produzione nell'Eurozona ad aprile ha raggiunto un valore pari a 58,7 punti, in leggero aumento rispetto al 58,5 di marzo. Come mettono in evidenza gli economisti di Royal Bank of Scotland, si è registrato un aumento del volumi combinati di produzione nel settore manifatturiero e in quello dei servizi per il trentatreesimo mese consecutivo. Il tasso di crescita è migliorato per l'ottavo mese di fila, raggiungendo i massimi da settembre 2000. "Lo stato economico del settore privato dell'area euro - commenta Kevin Gaynor, Head of Gbm Economics & Rates Research di Rbs - appare in rapido miglioramento. L'indagine Pmi del mese di aprile indica infatti un rafforzamento della crescita del Pil ad un tasso annuo quasi del 4%, ovvero una netta inversione di tendenza rispetto alla quasi stagnazione osservata dodici mesi fa. Il forte tasso di crescita ha stimolato il considerevole incremento dei livelli occupazionali e ha fatto sì che molte aziende abbiano di nuovo goduto di un certo potere decisionale sui prezzi. Con l'afflusso dei nuovi ordini, che hanno raggiunto i tassi massimi in quasi sei anni, e con le commesse inevase a livelli da record per l'indagine, prevediamo che nei prossimi mesi si assisterà ad un'ulteriore solida espansione sia della produzione sia dei livelli occupazionali, ma anche a una continua pressione al rialzo sui prezzi. Un aumento dei tassi a giugno sembrerebbe pertanto certo".
COMMENTA LA NOTIZIA