1. Home ›› 
  2. Notizie ›› 
  3. Notizie Mondo ›› 

Rbs vede aumento tassi a giugno anche dopo uscita Pmi manifatturiero Eurozona

FACEBOOK TWITTER LINKEDIN

Nel mese di maggio, l’indice Pmi manifatturiero è salito a quota 57 punti, rispetto ai 56,7 punti di aprile, attestandosi così sui livelli massimi dall’agosto del 2000. Il dato è superiore rispetto alle attese di consensus, che lo vedevano intorno a 65,5 punti. “A maggio – commenta Kevin Gaynor, Head of Gbm Economics & Rates Research di Royal Bank of Scotland – l’economia del comparto manifatturiero ha continuato a rafforzarsi, dando segnali di crescita sostenuta in tutti i maggiori Paesi della zona euro. Mentre da un lato questa impennata ha contribuito a migliorare le prospettive dei livelli occupazionali, che sono aumentati al ritmo più rapido degli ultimi cinque anni e mezzo, dall’altro ha generato pressioni inflazionistiche. In particolare, il notevole incremento dei costi energetici e delle materie prime è stato accompagnato da una maggiore pressione sui prezzi da parte delle aziende manifatturiere, favorita dalla crescita della domanda. Ciò significa, quindi, che l’aumento dei costi sta alimentando l’incremento dei prezzi di vendita. Tenuto conto del fatto che questo ha rappresentato una delle principali preoccupazioni della Bce, ci si può aspettare un ulteriore aumento dei tassi a giugno”.