Rapporto Censis: italiani preoccupati da calo tenore di vita in vecchiaia

Inviato da Titta Ferraro il Ven, 03/12/2010 - 10:55
Gli italiani vanno in pensione presto ma temono che il loro reddito una volta cessata l'attività lavorativa sia non sufficiente a mantenere un adeguato tenore di vita. E' quanto emerge dal 44° Rapporto Censis sulla situazione sociale dell'Italia. Il 28% degli italiani si dice preoccupato e il 40% addirittura molto preoccupato che in vecchiaia il reddito non sarà sufficiente a mantenere un livello dignitoso di vita.
Molto sensibili al problema risultano soprattutto i più giovani. Il 21% degli italiani di età superiore a 18 anni è convinto che sarà costretto ad andare in pensione più tardi rispetto all'età di pensionamento pianificata, il 20 per cento pensa che dovrà provare a risparmiare di più per quando sarà in pensione e il 19 per cento ritiene che la propria pensione sarà inferiore a quanto si aspetta. Emerge quindi un quadro di pessimismo rispetto al sistema previdenziale e "lavorare di più costituisce una risposta ineludibile per garantire la sostenibilità dei propri conti familiari", rimarca il rapporto Censis nel capitolo dedicato al Welfare.
COMMENTA LA NOTIZIA