Rapporto 2007 Isae, Irpet, Ires, Srm, Irer: sale nel 2006 indebitamento netto enti locali

Inviato da Carlotta Scozzari il Mer, 12/12/2007 - 14:28
L'Isae (Istituto di studi e analisi economica), l'Irpet (Istituto regionale programmazione economica Toscana), l'Ires (Istituto ricerche economiche sociali del Piemonte), l'Srm (Associazione studi e ricerche per il Mezzogiorno) e l'Irer (Istituto regionale di ricerca della Lombardia), con il sostegno della Compagnia di San Paolo, anche quest'anno hanno scattato una fotografia alla finanza locale italiana relativa allo scorso anno. Dal rapporto emerge che nel 2006 si è assistito a una riduzione del peso sia delle spese sia delle entrate totali degli enti locali sul Pil (5,1% e 4,7% rispettivamente). In particolare, evidenzia il rapporto 2007, le spese per investimento degli enti locali - che continuano ad essere finanziate prevalentemente da mutui tradizionali - sono ulteriormente diminuite in rapporto al Pil (dall'1,26% al 1,23%) dopo la drastica caduta sperimentata nel 2005, ritornando sul livello raggiunto nel 2002. Nel complesso, la riduzione è leggermente minore per le spese che per le entrate, con la conseguenza che l'indebitamento netto, dopo due anni di riduzioni, è tornato a salire - "seppure lievemente" - attestandosi allo 0,34% del Pil. Anche le spese per interessi sul debito locale sono cresciute - per la prima volta dal 2002 - del 5% circa rispetto al 2005, segnalando "una evidente tensione nel costo dell'indebitamento".
COMMENTA LA NOTIZIA