1. Home ›› 
  2. Notizie ›› 
  3. Valute e materie prime ›› 

Il rame torna sotto quota 9 mila dollari, le quotazioni risentono dei dati sull’import cinese

FACEBOOK TWITTER LINKEDIN

Quarto giorno consecutivo di calo per il rame, che scambia ai minimi da 4 mesi. Le quotazioni anche oggi risentono dei dati arrivati dalla Cina, che hanno evidenziato un calo dell’import dal celeste impero ai minimi da due anni. La Cina rappresenta il primo acquirente del metallo a livello globale.

In questo momento una tonnellata di rame è quotata 9.046 dollari, -202 dollari rispetto al dato precedente, a livelli che non si vedevano da metà dicembre. Poco fa le quotazioni sono scese sotto quota 9 mila a 8.994 dollari. Le autorità cinesi ieri hanno annunciato che l’import di rame a febbraio è sceso del 35% a 235 mila tonnellate, dalle 364 mila tonnellate di gennaio. Si tratta del livello minore dal gennaio 2009. Il dato riferito ai primi due mesi mette a segno un -2,4%.