Rame spinto al rialzo da dollaro debole e edilizia cinese

Inviato da Floriana Liuni il Ven, 15/07/2011 - 09:05
Il dollaro si indebolisce dopo gli avvertimenti di Moody's e di Standard & Poor's sull'economia statunitense, e il rame si rafforza di conseguenza, come lo zinco e il piombo, anche in considerazione dei dati cinesi sull'aumento nelle vendite di immobili. Il metallo rosso a tre mesi sul mercato londinese ha guadagnato mezzo punto percentuale a 9.674 dollari la tonnellata. Sale anche lo zinco con consegna a tre mesi, a 2.368,25 dollari la tonnellata per un rialzo dello 0,8%. Quasi fermi alluminio e stagno, mentre il piombo ha registrato un incremento dello 0,8% a 2.686 dollari la tonnellata. Cala invece il nickel, a 24.100 dollari la tonnellata, per un ribasso dello 0,5%. Sul mercato di Shanghai il rame ha settembre ha perso lo 0,4% chiudendo la sessione mattutina a 11.120 dollari la tonnellata.
COMMENTA LA NOTIZIA