Rame, prime vendite degli investitori dopo due settimane di rialzi

Inviato da Floriana Liuni il Ven, 08/07/2011 - 09:05
Il rame lima i rialzi della seconda settimana consecutiva a causa delle vendite degli investitori, che hanno voluto concretizzare i guadagni dopo i picchi raggiunti ieri. Sul mercato di Londra il metallo rosso ha perso lo 0,3% a 9.714,25 dollari la tonnellata dopo aver toccato un picco di 9.758 dollari con la notizia del maltempo che si è abbattuto sulle miniere cilene e degli scioperi in Indonesia. Un -0,3% anche a New York, dove le quotazioni hanno raggiunto i 4,43 dollari la libbra, dopo un precedente guadagno del 2,5%. Il rame con consegna a settembre sullo Shanghai Futures Exchange ha guadagnato l'1,8% a 10.976 dollari la tonnellata, ai massimi dallo scorso 12 aprile, mentre il future a tre mesi sul metallo al LME è salito del 3,2% raggiungendo i 9.746,50 dollari la tonnellata. Alluminio, piombo e stagno quasi invariati sul mercato di Londra.
COMMENTA LA NOTIZIA