1. Home ›› 
  2. Notizie ›› 
  3. Valute e materie prime ›› 

Rame, la fine degli scioperi potrebbe deprimere le quotazioni

FACEBOOK TWITTER LINKEDIN

Il rame sta registrando cali dovuti alla vicina conclusione degli scioperi nelle miniere cilene. La situazione ad Escondida, la miniera sudamericana di Bhp Billiton in sciopero da 12 giorni, potrebbe essere risolta a breve con un voto tra gli operai. A deprimere il prezzo del rame, anche la diminuzione nei consumi americani, che potrebbe portare ad una diminuzione nella domanda da parte degli Usa, il secondo consumatore mondiale di metallo rosso. Secondo un report di Barclays Capital, nel 2011 il deficit globale di rame potrebbe raggiungere le 670 mila tonnellate, contro le 39 mila tonnellate dello scorso anno. Gli scioperi cileni hanno contribuito al “buco” facendo mancare all’appello circa 28 mila tonnellate, mentre le riserve monitorate dallo Shanghai Futures Exchange hanno perso quest’anno l’11%. I futures del rame ad ottobre sul mercato cinese hanno guadagnato lo 0,2% a 11.206 dollari la tonnellata.

Commenti dei Lettori
News Correlate
COMMODITY

Oro: quotazioni ai massimi da quasi un mese, analisti ottimisti

Dopo due sedute di guadagni, parità per le quotazioni dell’oro a 1.270,1 dollari l’oncia. Venerdì i prezzi si sono spinti fino a 1.272,7 dollari facendo segnare il livello maggiore da inizio mese, in scia della tensione in arrivo dal fronte geopoliti…

VALUTE

Sud Africa: Zuma evita voto sfiducia, ma rischio politico pesa sul rand

Giornate convulse in Sud Africa con il presidente Jacob Zuma sotto attacco con alcuni membri dell’ANC (African National Congress) che hanno cercato di forzare le dimissioni preparando una mozione di sfiducia. Il comitato esecutivo dell’ANP alla fine …

COMMODITY

Petrolio in calo: Wti viaggia sotto 50 dollari

Quotazioni del petrolio in calo in avvio di settimana. In questo momento il Wti lascia sul terreno circa lo 0,3% a 49,65 dollari al barile, mentre il Brent cede lo 0,27% a 52,37 dollari al barile. Nel meeting di giovedì scorso l’Opec ha annunciato l’…