1. Home ›› 
  2. Notizie ›› 
  3. Valute e materie prime ›› 

Rame, alluminio e piombo guideranno il rialzo dei metalli di base nel 2012 (Credit Suisse)

FACEBOOK TWITTER LINKEDIN

La crescita globale sarà sotto la media nei prossimi mesi, e ciò porterà una contrazione ulteriore dei mercati nel 2012. Lo dicono gli esperti di Credit Suisse, che vedono nei prezzi delle commodity l’indicatore del “limite effettivo della velocità della crescita globale”.
In particolare per quanto riguarda i metalli di base, alluminio, piombo e rame sovraperformeranno il mercato, stando a quanto riportano gli analisti elvetici. Dopo il rimbalzo di gennaio e febbraio e la mancanza di direzione dell’ultimo mese e mezzo, nel secondo semestre dovrebbe riprendere il trend al rialzo guidato proprio dai tre metalli di base, sulla scia della ripresa statunitense. Inoltre, secondo Credit Suisse la costruzione di scorte vista nel primo trimestre limiterà i guadagni: difficilmente i prezzi raggiungeranno i picchi del 2011.

Commenti dei Lettori
News Correlate
COMMODITY

Petrolio stabile in attesa del meeting Opec

Stabili le quotazioni del petrolio in attesa del meeting Opec di domani. Questa mattina il prezzo del Wti (riferimento americano) mostra un leggero rialzo dello 0,25% a 51,61 dollari al barile, mentre il Brent (riferimento europeo) si mantiene sopra …

COMMODITY

Oro: prezzi a 1.261 dollari, focus sulle minute di domani

Sostanziale parità al Comex per il future con consegna giugno sull’oro che passa di mano a 1.261,5 dollari l’oncia (+2% nelle ultime cinque sedute). “Ancora una volta, l’oro si trova a riprendere fiato”, ha rilevato Ole Hanson, n.1 per le commodity d…

COMMODITY

Oro: tensioni politiche spingono i prezzi ai massimi da fine aprile

Rialzo di mezzo punto percentuale per il future con consegna giugno sull’oro, in aumento a 1.259,9 dollari l’oncia. I prezzi, sui massimi da tre settimane, capitalizzano la crescita della volatilità sulle piazze finanziarie e le tensioni in arrivo da…

COMMODITY

Petrolio: Brent si spinge sopra quota 54 dollari il barile

Quarta giornata consecutiva con il segno più per le quotazioni del greggio, in rialzo dello 0,82% a 54,05 dollari il barile. Nelle ultime cinque sedute il derivato è salito del 4,3% in attesa che l’Opec, l’Organizzazione che raggruppa i Paesi esporta…