1. Home ›› 
  2. Notizie ›› 
  3. Notizie Italia ›› 

E’ rally di Natale: mercato scommette su allungamento stimoli dalla Bce

FACEBOOK TWITTER LINKEDIN

Prosegue anche questa mattina il rally dei listini azionari europei e in particolare di Piazza Affari. L’indice FtseMib in particolare ha toccato poco dopo l’avvio delle contrattazioni odierno la soglia dei 18 mila punti aggiornando i massimi da fine giugno.
E’ da sottolineare la reazione positiva del listino milanese che, dopo la vittoria del no al referendum del passato fine settimana e contrariamente alle previsioni di gran parte degli analisti, ha registrato un vero e proprio rally segnando in poco più di due sedute un progresso superiore ai 5 punti percentuali. Rispetto alla chiusura del 28 novembre scorso, quando l’indice viaggiava nei pressi dei 16215 punti, il progresso supera i 10 punti percentuali.

Bancari sotto i riflettori: in arrivo aiuto di stato?
La motivazione di questo rally risiede nelle attese di interventi di salvataggio per il comparto bancario, Banca MPS in primis. Proprio l’istituto senese avrebbe ottenuto dalla Banca Centrale Europea un ulteriore mese per portare a termine l‘aumento di capitale da oltre 5 miliardi di euro. Secondo indiscrezioni di stampa MPS avrebbe ora tempo fino a fine gennaio per mettere in sicurezza i propri conti, anche se diventa sempre più probabile, a detta di molti inevitabile, un intervento statale.

Mario Draghi verso prolungamento QE
L’attenzione degli operatori è ora focalizzata sulla oramai imminente riunione della BCE, in agenda domani giovedì 8 dicembre, in cui il presidente Mario Draghi con tutta probabilità dovrà annunciare una estensione del proprio programma di acquisto titoli finanziari. Un allungamento del programma di Quantitative Easing, o allentamento monetario, che a detta della maggior parte degli analisti potrebbe raggiungere ora il mese di settembre 2017 (altri 6 mesi rispetto alla scadenza annunciata in precedenza) con l’ammontare che potrebbe essere confermato a 80 miliardi di euro mensili.

BTP festeggiano sui mercati
Manna quindi per i titoli statali, in particolare per quelli italiani con lo spread rispetto ai titoli decennali tedeschi sceso questa mattina sotto quota 155 punti base, mentre il rendimento del BTP a 10 anni questa mattina quota in area 1,89%, ben lontano dai picchi pre referendari quando si era superata quota 2,12%.
Rally di natale anche per il BTP