1. Home ›› 
  2. Notizie ›› 
  3. Notizie Mondo ›› 

Rally asiatico in scia a Dow & Co

FACEBOOK TWITTER LINKEDIN

L’elettrizzante seduta di Wall Street e il nuovo record del Dow Jones riportano l’entusiasmo anche sui mercati asiatici. In luce tutti i comparti, con rialzi più accentuati per minerari e bancari, dopo che alcune esternazioni dell’ex presidente della Federal Reserve, Alan Greenspan, e rassicurazioni sul trimestre in corso da parte di Citigroup hanno fatto salire l’ottimismo per un ritorno alla normalità sul mercato del credito.  


 

A guidare l’ascesa è Hong Kong, dove, a poco più di un’ora dalla chiusura, l’Hang Seng segna un progresso del 3,75%. Per la prima volta nella sua storia l’indice ha superato i 28mila punti. Il China Enterprises Index, che raggruppa 41 azioni di società cinesi quotate nell’ex protettorato britannico avanza del 6,2%. Le azioni del produttore di Pc Lenovo sono arrivate a guadagnare oltre il 10%. Era invece chiuso il mercato azionario cinese, così come quello indiano, per festività. Record storici anche sui mercati di Australia, Singapore e Indonesia.


 


Il Nikkei 225 giapponese per la prima volta dallo scorso 9 agosto ha invece superato i 17mila punti. A guidare la volata sono stati i titoli bancari, nella prospettiva di un dissolvimento della crisi del credito. Sumitomo e Nomura hanno guadagnato oltre il 3%, mentre Mitsubishi Ufj Financial Group ha chiuso con un rialzo nell’ordine dei 6 punti percentuali. Tra i singoli titoli, molto bene Sony, in rialzo di circa il 3% dopo che la società ha reso noto che a partire da dicembre metterà in vendita in Giappone una nuova classe di televisori ultrapiatti.


 


L’Asx 200 australiano ha chiuso in rialzo dell’1,4%, lo Strait Times di Singapore con un progresso dell’1,2% e il Jsx indonesiano con un balzo dell’1,9%, il Kospi coreano ha guadagnato il 2% e il Taiwan Weighted Price index ha chiuso con un progresso dell’1,4%.


 


(notizia aggiornata alle ore 9.15)