Rallenta la corsa del petrolio

Inviato da Redazione il Gio, 05/08/2004 - 11:28
Quotazione: SAIPEM
Quotazione: ENI
Quotazione: SNAM
Il prezzo del petrolio tira il fiato. Le quotazioni del greggio, dopo aver toccato i 44,38 dollari record assoluto ieri, si prendono una pausa di riflessione. Il motivo? L'annuncio dell'Opec di aumentare l'offerta. Ora il Light crude si attesta a 43,18 dollari al barile, mentre a Londra il brent passa di mano a 40,15 dollari al barile. Eni, Snam, Saipem a Milano prendono tempo e non si muovono sul listino della city milanese. Prevale la cautela sull'oil. "Chi si aspettava uno switch aggressivo dal settore petrolifero ai tlc per ora è rimasto deluso", commenta un trader. "Un rally estivo sui petroliferi potrebbe anche esserci. L'ascesa del prezzo del petrolio continua a stupire e potrebbe sostenerlo. Ma in autunno, secondo me, ci sarà un ritorno di interesse su altri temi. Il mercato si sta guardando attorno e i titoli telefonici sono i primi a poter tornare in auge, grazie ai livelli appettibili delle loro quotazioni".
COMMENTA LA NOTIZIA