Quasi un italiano su due ha rinunciato alle ferie per mancanza di soldi (Findomestic)

Inviato da Valeria Panigada il Mer, 04/09/2013 - 12:20
Un italiano su due (il 47%), di quelli che hanno rinunciato alle ferie, l'ha fatto perché non aveva soldi a disposizione. Solo il 18% l'ha fatto per risparmiare, mentre un altro 23% vi è stato costretto per via di spese impreviste alle quali ha dovuto fare fronte. E' questa la fotografia, scattata dall'Osservatorio Findomestic, degli italiani che quest'anno se ne sono rimasti a casa durante le loro ferie. Nel mese di agosto chi non è andato in vacanza ha preferito frequentare centri commerciali (58%), supermercati (51%) ed ipermercati (39%) ma anche gelaterie (29%), mercatini rionali (23%) e negozi di alimentari (19%) hanno un peso rilevante. Pare emergere l'alimentare su tutte le altre categorie merceologiche. Come a dire che il piacere del cibo, in una condizione di ristrettezze e difficoltà, è l'ancora di salvezza, oltreché qualcosa a cui non si rinuncia facilmente.
Per quel che attiene il grado di fiducia nei confronti della situazione del sistema-Paese, i valori di agosto rimangono in linea con quelli dei mesi precedenti. Il dato rilevato si attesta a quota 3,26, su una scala che va da 1 a 10 e che ha in 7 la sua soglia positiva. Un leggerissimo incremento positivo rispetto al 3,19 di luglio. Insomma, il Paese continua a nutrire forti preoccupazioni sul suo futuro.
COMMENTA LA NOTIZIA