Prysmian: utile netto rettificato in calo del 69,2% a 12 milioni, pesa progetto Western Link

Inviato da Flavia Scarano il Gio, 08/05/2014 - 17:09
Quotazione: PRYSMIAN
Prysmian ha archiviato il primo trimestre con un utile netto rettificato in calo del 69,2% a 12 milioni di euro (38 milioni escluso l'effetto Western Link pari a 26 milioni, in linea rispetto ai 39 milioni del primo trimestre 2013). I ricavi di gruppo sono ammontati a 1.579 milioni rispetto a 1.669 milioni del primo trimestre 2013, evidenziando una crescita organica del 3,2%, a parità di perimetro e al netto di variazioni del prezzo di metalli e cambi.

L'Ebitda rettificato è ammontato a 78 milioni di euro penalizzato da 37 milioni di effetti negativi relativi alla commessa Western Link (-31,7% rispetto a 114 milioni del corrispondente periodo del 2013) e da 7 milioni di effetto cambi. Escludendo tali effetti negativi, l'Ebitda rettificato risulterebbe pari a 122 milioni (+7% rispetto al primo trimestre 2013). Il risultato operativo rettificato è stato di 42 milioni (79 milioni escludendo impatto Western Link pari a 37 milioni, in linea con i 78 milioni del primo trimestre 2013). La posizione finanziaria netta a fine marzo 2014 ammontava a 1.133 milioni, rispetto a 805 milioni del 31 dicembre 2013 (1.161 milioni al 31 marzo 2013).

"Il primo trimestre 2014 evidenzia i primi segnali di ripresa dei volumi con crescita organica positiva dei ricavi dopo diversi trimestri di contrazione. Tuttavia, i risultati risentono dell'impatto negativo di problematiche tecniche emerse nella produzione del cavo sottomarino destinato al progetto Western HVDC Link in Gran Bretagna" spiega l'amministratore delegato, Valerio Battista. "I nostri tecnici sono ovviamente già all'opera per superare tali difficoltà e proseguire nella realizzazione di un'opera molto complessa, che rappresenta quanto di più tecnologicamente avanzato sia mai stato progettato nel settore delle grandi interconnessioni elettriche".

Per l'intero esercizio 2014 il gruppo prevede un Ebitda rettificato nell'intervallo di 530-580 milioni (600 - 650 milioni escluso l'effetto negativo del progetto Western Link stimato pari a 70 milioni per l'intero esercizio).
COMMENTA LA NOTIZIA
Trendfriend scrive...
Re-Member scrive...
tapascione scrive...
Robysuper scrive...
il Mele del CED scrive...