Prysmian, sotto 12,79 scatta un nuovo segnale di vendita

Inviato da Riccardo Designori il Mer, 22/12/2010 - 15:10
Quotazione: PRYSMIAN
Dopo alcuni giorni di indecisione seguiti al deciso rally intrapreso dai minimi di periodo, Prysmian vede nuovamente in fase di deterioramento il suo quadro grafico. I titoli del gruppo milanese sono infatti stati pesantemente rigettati dalla media mobile a 200 periodi in occasione dell'accelerazione dello scorso 17 dicembre quando le azioni segnarono un massimo intraday a 13,10 euro. Il tutto nonostante fossero state violate le resistenze statiche di breve di area 12,95 euro. Il trend di medio periodo ha subito un brusco contraccolpo grafico con la violazione al ribasso della trendline rialzista ottenuta con i minimi crescenti del 20 maggio e del 27 agosto. In quest'ottica dunque una nuova accelerazione ribassista, volta quantomeno a ritestare i minimi di periodo, è più che plausibile. A questo punto il cedimento di 12,79 euro, low delle ultime due sedute, darebbe il segnale short necessario. Con stop sopra 13,10 euro, il primo target si ha a 12,48 euro mentre il secondo è a 12,10 euro.
COMMENTA LA NOTIZIA
Vaxdo scrive...
Re-Member scrive...
tapascione scrive...
Robysuper scrive...
il Mele del CED scrive...