1. Home ›› 
  2. Notizie ›› 
  3. Dati Bilancio Italia ›› 

Prysmian chiude il 2011 con ricavi per 7,58 mld (+11,2%), utile adj sale a 231 mln -1-

QUOTAZIONI Prysmian
FACEBOOK TWITTER LINKEDIN

Crescita a doppia cifra per i ricavi di Prysmian nel 2011. I ricavi sono arrivati a quota 7.583 milioni di euro rispetto ai 4.571 milioni dell’esercizio 2010. A parità di perimetro (escludendo il contributo Draka per il periodo marzo-dicembre 2011 pari a 2.220 milioni al netto di transazioni infragruppo per 59 milioni) e al netto di variazioni del prezzo dei metalli e cambi, la variazione organica è stata positiva dell’11,2%. Le vendite di Draka per l’intero esercizio 2011 sono ammontate a 2.669 milioni, segnando una crescita del 4,2%. Includendo Draka per l’intero esercizio 2011 la crescita organica complessiva del nuovo Gruppo Prysmian risulterebbe pari all’8,8%.
Lo scorso anno si è chiuso con una perdita netta di 145 milioni rispetto al valore positivo di 150 milioni del 2010 a causa dell’effetto negativo degli oneri non ricorrenti e straordinari per 376 milioni (di cui 205 milioni relativi all’accantonamento per il rischio legato alle indagini antitrust in corso). L’utile netto rettificato risulta in crescita del 33,5% a 231 milioni. La variazione positiva, rimarca il comunicato della società leader mondiale nel settore dei cavi e sistemi per l’energia e le telecomunicazioni, è attribuibile alla crescita della redditività operativa rettificata oltreché all’ingresso di Draka nel perimetro di consolidamento.