1. Home ›› 
  2. Notizie ›› 
  3.  ›› 

Promotori, in corso la convention del Credem che punta sulla consulenza a parcella

FACEBOOK TWITTER LINKEDIN

I nuovi obiettivi della rete. Inizia oggi e terminerà sabato 20 settembre la convention della rete di promozione finanziaria Credem coordinata dal direttore commerciale Duccio Marconi. L’obiettivo è analizzare il percorso di crescita della rete negli ultimi anni ed illustrare i target di crescita per il futuro e le linee guida per raggiungerli, in coerenza con la strategia del gruppo di incremento delle quote di mercato e della clientela. In particolare, negli ultimi tre anni il portafoglio medio della rete di promozione finanziaria Credem, attualmente composta da 502 professionisti in tutto il territorio nazionale, è passato da cinque a circa otto milioni di euro con l’obiettivo di raggiungere circa 10 milioni entro fine 2016. Sempre entro tale data sono previsti 100 reclutamenti (per raggiungere quota 600 promotori) e l’apertura di 10 nuovi punti vendita. Nei prossimi mesi, inoltre, forte focus sarà sulla diffusione del servizio di consulenza presso la clientela. L’obiettivo è raggiungere l’85% di copertura delle masse gestite entro la fine 2016.

Le leve di crescita. “Oggi abbiamo più di 500 promotori e da inizio anno abbiamo realizzato 44 ingressi”, ha dichiarato Duccio Marconi, direttore commerciale promozione finanziaria Credem”. “Il nostro obiettivo”, ha proseguito Marconi, “è continuare a crescere: cerchiamo professionisti che desiderino per la propria clientela servizi e prodotti adeguati non solo nella gestione degli asset finanziari, ma anche i servizi e prodotti bancari che solo un modello integrato con le filiali come il nostro può offrire al cliente. Il risultato più importante dell’ultimo triennio è senz’altro la crescita delle masse pro capite, pari ormai a circa otto milioni di euro. Tale importante risultato è stato raggiunto grazie all’ottimo lavoro fatto dai nostri manager. Vogliamo continuare ad investire sulla rete e lo faremo nei prossimi anni con la formazione della rete, l’innovazione di prodotto, la piattaforma tecnologica, i piani di fidelizzazione per promotori e manager e gli investimenti logistici. Su quest’ultimo aspetto, in particolare, negli ultimi mesi abbiamo aperto punti vendita a Rovato (Bs), Rovigo, Corigliano Calabro (Cs), Cava dei Tirreni (Sa), Castiglione (Mn) e Carrara. Spesso si sono installati Atm evoluti e in breve tempo la banca ha deciso di aprire un vero e proprio sportello bancario come avvenuto a Carrara, Rovato e Corigliano”.

Il modello Credem. Gli importanti risultati raggiunti confermano la validità del modello di business della rete Credem, ormai quasi unico in Italia, basato sulla completa integrazione tra il promotore e le filiali della banca su tutto il territorio nazionale. Il promotore finanziario della rete Credem può infatti collocare non solo i prodotti di gestione del risparmio ma anche tutti i prodotti bancari tradizionali, dalla carta di credito al conto corrente, dal leasing al factoring, per arrivare fino ai prestiti, ampliando in questo modo le proprie fonti di remunerazione.