Prometeia- Intesa Sanpaolo: crisi pesa ancora su industria italiana. Primi segnali di recupero visti da metà 2013

Inviato da Daniela La Cava il Gio, 06/02/2014 - 12:31
Quotazione: INTESA SAN PAOLO RNC
Quotazione: INTESA S.PAOLO
La crisi continua a costare cara all'industria italiana. Secondo l'ultima analisi dei settori industriali di Prometeia e Intesa Sanpaolo l'industria manifatturiera italiana dovrebbe archiviare il 2013 con una perdita del fatturato prossima al 3% a prezzi correnti, pari a circa 25 miliardi di euro, da sommare ai 45 persi l'anno precedente.

Guardando ai singoli settore, solamente la farmaceutica dovrebbe avere registrato una crescita del fatturato, mentre le flessioni più intense riguardano ancora una volta i settori produttori di beni durevoli e quelli legati al mondo delle costruzioni.

Qualche timido segnale positivo inizia a intravvedersi. "Dalla metà del 2013, dopo circa un anno e mezzo di contrazione, sono tuttavia emersi segnali di recupero, diffusi a quasi tutti i settori - si legge nella nota - Alla base dell'inversione di tendenza vi è il miglioramento delle due componenti di domanda maggiormente penalizzanti nei mesi precedenti: le esportazioni verso i paesi dell'Unione Europea e le vendite sul mercato interno".
COMMENTA LA NOTIZIA