Profondo rosso per i fondi monetari europei a giugno (Morningstar)

Inviato da Redazione il Ven, 27/07/2012 - 12:10
I venti di crisi che soffiano nell'Eurozona e le conseguenti turbolenze dei mercati finanziari impattano sui flussi nei fondi europei. Dopo il rally dei mercati nel primo trimestre 2012, che ha alimentato gli acquisti, nel secondo l'instabilità europea e le cattive notizie provenienti da Stati Uniti e Cina hanno spinto gli investitori a disinvestire 4,2 miliardi di euro dai fondi a lungo termine, di cui 1,2 miliardi nel solo mese di giugno. E' quanto si apprende dai dati diffusi oggi da Morningstar. I fondi monetari hanno perso 19 miliardi nel mese di giugno, il peggiore da un anno. I fondi azionari sono stati i più colpiti dai riscatti nel secondo trimestre, dopo un primo trimestre positivo con 3 miliardi in entrata. Gli investitori europei hanno ritirato, in questi ultimi tre mesi, 21 miliardi, di cui 7,5 miliardi solo a giugno. "I flussi dei fondi europei hanno reagito ai mercati turbolenti, com'era prevedibile - ha dichiarato Dan Lefkovitz, del team europeo di ricerca Morningstar - Gli investitori si sono allontanati dalle azioni e hanno destinato i loro capitali al mercato monetario e obbligazionario, soprattutto al debito corporate e fuori dall'area euro. I fondi passivi sono stati tra i migliori del secondo trimestre, mostrando l'importanza di avere costi bassi in un periodo di rendimenti minimi".
COMMENTA LA NOTIZIA