1. Home ›› 
  2. Notizie ›› 
  3. Notizie Mondo ›› 

Profitti UBS balzano a 1,5 mld chf (+19%), volatilità mercati fa bene all’investment bank

FACEBOOK TWITTER LINKEDIN

Balzo degli utili per UBS. Il colosso bancario elvetico ha visto l’utile netto attestarsi a 1,5 miliardi di franchi svizzeri, in rialzo del 19% rispetto all’analogo periodo 2017 sotto la spinta della crescita superiore alle attese dell’investment banking.

La divisione Investment Bank di UBS ha registrato un utile ante imposte di 589 milioni di franchi svizzeri ($ 604 milioni), superando le stime elaborate dalla banca che erano di 463 milioni di franchi. I proventi da negoziazione di titoli azionari nonché consulenza su fusioni, IPO e emissione di obbligazioni hanno sostenuto i guadagni della divisione guidata da Andrea Orcel. Escludendo gli effetti valutari, i risultati sarebbero stati ancora più forti, ha affermato.

I riscontri di UBS si uniscono a quelli di colossi Usa quali Morgan Stanley e Goldman Sachs, anch’essi capaci di rilasciare riscontri superiori alle attese nel trading azionario.

Nel primo trimestre 2018 UBS ha registrato un utile ante imposte di 1,97 mld di chf, in rialzo del 17% su base annua (+24% in USD). Il consensus Bloomberg era fermo a 1,85 mld chf. L’utile netto di competenza degli azionisti si è attestato a CHF 1514 milioni, in aumento del 19% rispetto al primo trimestre del 2017. Il ceo di Ubs, Sergio Ermotti, ha affermato che è stato un inizio d’anno “eccellente” con risultati che testimoniano la forza del business diversificato della banca. Ermotti si aspetta che il 2018 sarà simile al 2016 e al 2017 per l’investment banking.