1. Home ›› 
  2. Notizie ›› 
  3. Dati Bilancio Mondo ›› 

Profitti oltre le attese per Ubs nel terzo trimestre, in rosso l’Investment Bank

FACEBOOK TWITTER LINKEDIN

Quarto trimestre consecutivo all’insegna degli utili per Ubs che vede il ritorno di flussi positivi per il wealth management. Il colosso bancario elvetico ha riportato nel terzo trimestre un utile netto di competenza degli azionisti pari a 1,66 miliardi di franchi svizzeri, a fronte dei 2.005 milioni del secondo trimestre 2010 e del rosso di 564 mln del terzo trimestre 2009. Il consensus era 1,16 mld chf. I risultati del gruppo includono un credito d’imposta netto di 825 milioni e e un onere su crediti propri di 387 milioni. L’utile netto da inizio anno attribuibile agli azionisti risulta pari a 5.871 milioni di franchi svizzeri dal rosso di 3.941 mln dei primi 9 mesi 2009. ROE annualizzato del 17,6% nei primi nove mesi del 2010.


Per la prima volta dal 2008 il Wealth Management ha registrato afflussi netti, che sono stati pari a 1 miliardo di franchi svizzeri a fronte di deflussi per 5,2 miliardi nel trimestre precedente. I ricavi di Wealth Management hanno subito una contrazione del 7% a 1.759 milioni chf su cui ha pesato il rallentamento dell’attività della clientela e al rafforzamento del franco svizzero nei confronti delle principali valute. I ricavi del Retail & Corporate hanno subito una lieve contrazione a 966 milioni contro i 995 milioni del trimestre precedente.

La divisione Investment Bank ha evidenziato una perdita ante imposte di 406 milioni rispetto a un utile ante imposte di 1.314 milioni nel secondo trimestre. Anche in questo caso pesa il calo dei ricavi dovuto ai modesti livelli di operatività della clientela e i bassi volumi di mercato. Il risultato include una perdita su crediti propri di 387 milioni per passività finanziarie valutate a fair value rispetto alla plusvalenza di 595 milioni del trimestre precedente.


Ubs si attende un miglioramento corale dell’attività del gruppo negli ultimi 3 mesi dell’anno. Alla luce dei livelli di operatività insolitamente bassi della clientela riscontrati nel terzo trimestre, il gruppo bancario elvetico prevede che nel quarto trimestre tutte le divisioni operative beneficeranno di un miglioramento. Nel dettaglio sono attesi progressi nei ricavi basati sulle transazioni di Wealth Management e nei flow business di Investment Bank. Nel quarto trimestre il rendimento del patrimonio investito di Wealth Management dovrebbe inoltre registrare un lieve incremento. Anche l’attività di Investment Banking dovrebbe beneficiare dell’intensificazione delle transazioni societarie prima della fine dell’anno. “Crediamo di essere sulla buona strada per raggiungere i nostri obiettivi di medio termine e forniremo un aggiornamento sui progressi fatti in occasione dell’Investor Day del 16 novembre 2010”, conculde la nota di Ubs.