Problemi per il patto Gemina

Inviato da Redazione il Lun, 02/10/2006 - 09:01
Il patto di sindacato che governa Gemina potrebbe perdere qualche pezzo. Alcuni soci forti, in contrasto tra loro sul caso Save e sul futuro della finanziaria, starebbero infatti valutando l'idea di abbandonare il patto che raggruppa il 43,42% del capitale ordinario della società guidata da Piergiorgio Romiti. Al patto - la cui durata ieri era stata prorogata di un paio di mesi - aderiscono Investimenti Infrastrutture, che detiene il 19,80% del capitale sociale della Gemina, Mediobanca (11,74%), Fondiaria-Sai (4%), Assicurazioni Generali (3,08%), Capitalia (1,77%), Sinpar Holding (1,71%) e Fassina Partecipazioni (1,32%). Entra nel vivo, intanto, il dossier Impregilo, di cui Gemina detiene una quota dell'11,83 per cento. Partecipazione che fa gola alla Igli, la cordata formata da Benetton, Gavio Rocca e Efibanca. Sulla base di opzioni put e call inserite in un accordo siglato a marzo, Romiti può vendere e fare cassa, oppure acquistare azioni Igli. Al momento non è stata ancora presa una decisione definitiva.
COMMENTA LA NOTIZIA