1. Home ›› 
  2. Notizie ›› 
  3. Notizie Italia ›› 

Previsto avvio sotto la parità in Italia ed Europa: preoccupa prezzo del greggio

FACEBOOK TWITTER LINKEDIN

Si preannuncia una partenza di seduta caratterizzata dalle vendite a Piazza Affari con il FtseMib che potrebbe cedere un ulteriore mezzo punto percentuale dopo il pesante calo evidenziato nelle ultime due sedute. Mentre cresce la tensione politica in scia ai recenti grafi fatti di cronaca che hanno investito il comune di Roma l’attenzione degli operatori si è spostata ieri sul caso Ferrari che ha preannunciato la volontà di spostare la sede fiscale e legale all’estero, sulla scia di quanto fatto recentemente da FCA. Sempre rovente il tema privatizzazioni con FS e le Poste che stanno accelerano per sbarcare in Borsa entro la fine del prossimo anno.
Anche i listini continentali sono visti partire con il segno meno oggi in scia a quanto registrato nella notte dai principali indici asiatici. Il nuovo pesante crollo del prezzo del greggio, ai minimi da 5 anni, e i timori per le ripercussioni della crisi in Grecia sono catalizzzatori che potranno condizionare gli scambi in queste ultime settimane del 2014. Ieri il presidente della Commissione UE Junker ha lanciato un monito ad Italia e Francia affinche approvino con urgenza profonde riforme dei propri sistemi economici per evitare “spiacevoli conseguenze”. Dall’Australia intanto da segnalare il tasso di disoccupazione che a novembre è salito al 6,3%: si tratta del valore più elevato degli ultimi 12 anni.