1. Home ›› 
  2. Notizie ›› 
  3. Notizie Mondo ›› 

Previsioni shock di Capital Economics su Pil Cina: crescerà di appena +2% in prossimo decennio

FACEBOOK TWITTER LINKEDIN

Previsioni shock sulla crescita dell’economia cinese. Secondo Mark Williams, responsabile economista della divisione asiatica di Capital Economics, alcuni fattori come il problema del debito, il calo della forza lavoro e il continuo rallentamento degli indicatori relativi alla produttività potrebbero portare il Pil cinese a crescere a un tasso di appena +2% nell’arco del prossimo decennio.

Altro che espansione attesa per il 2019, compresa tra il 6 e il 6,5%, tra l’altro ai minimi dal 1990.

Le stime sono nettamente inferiori anche a quelle del 5-6% del Fondo Monetario Internazionale, che si riferiscono anch’esse al prossimo decennio.

Nel suo report di gennaio, Capital Economics ha scritto che il calo della forza lavoro potrebbe tradursi in una flessione del Pil di circa lo 0,5% entro il 2030.

Il gruppo ha fatto riferimento ai dati attuali, che parlano di una contrazione della forza lavoro a un tasso annuo dello 0,2%.

Nel 2018, in Cina, sono nati solo 15 milioni di bambini, in calo del 12% rispetto al 2017 e a un numero inferiore rispetto alle previsioni ufficiali di tre anni fa, di quasi un terzo.

Da segnalare che, a partire dal 2015, la Cina ha iniziato a permettere alle coppie di avere due figli.

s an emerging markets outperformer is ending,” said Capital Economics’ Chief Asia Economist Mark Williams, at a conference in Singapore on Tuesday.
Speakers at the conference pointed to an array of risks as well as changing demographics for the world’s second largest economy.
That includes its debt problem, declining working population, and increasingly weaker drivers of productivity, they said.